Tag Archives | sito contaminato

Protocollo Ecoreati

Protocollo Ecoreati Arpae, Procure e Forze di polizia

Protocollo Ecoreati sottoscritto il 18.05.2016 dal procuratore generale della Corte di appello di Bologna dott. De Francisci, il direttore generale di ARPAE dott. Bortone i rappresentanti delle nove Procure territoriali e i comandanti del NOE Carabinieri, Corpo forestale dello Stato e Capitaneria di porto è finalizzato a garantire l’omogenea applicazione su tutto il territorio regionale della […]

Continue Reading
warehouse

Riconversione aree industriali dismesse

Il 24 marzo 2015 è stato proposto il DDL su riconversione aree industriali dismesse con la dotazione proposta di 150 M€ per il triennio 2015-2017. L’atto dovrà passare l’esame della Commissione Industria, Commercio e Turismo del Senato e, con eventuali modifiche, seguire l’iter di approvazione parlamentare. Si può seguire l’iter del procedimento presso il sito […]

Continue Reading
corte-giustizia-europea

Chi inquina paga, il proprietario incolpevole no!

Una parte della giurisprudenza italiana, basandosi tra l’altro, sui principi di precauzione, dell’azione preventiva e del «chi inquina paga», ritiene che il proprietario sia tenuto ad adottare le misure di messa in sicurezza di emergenza e di bonifica anche qualora non sia l’autore della contaminazione. Un’altra parte dei giudici italiani esclude, al contrario, qualsiasi responsabilità […]

Continue Reading
incarichi dirigenti regione Calabria senza procedura selettiva

Acque dilavamento piazzali: condanna in assenza di norma

Acque dilavamento piazzali: condanna in assenza di norma La sentenza di condanna della Corte di Cassazione al gestore di una stazione di carburanti appare una forzatura poiché in assenza della chiara norma regionale prevista dall’art. 113, comma 3 del D. Lgs. 3 aprile 2006, n. 152 del TUA (Testo Unico Ambientale). Dal 2006 ad oggi la […]

Continue Reading
commissione ambiente territorio e lavori pubblici

Risolto il Paradosso dello Stagno

Dopo 12 mesi dalla pubblicazione del nostro articolo sul Paradosso dello Stagno, è successo quanto non accaduto in 13 anni: lo Stato Italiano ha corretto l’errore! Il Paradosso italiano dei terreni contaminati da Stagno è noto tra gli addetti ai lavori che si occupano dei problemi di contaminazione del sottosuolo: ingegneri, geologi, chimici, amministratori pubblici, ma anche avvocati, commercialisti, mediatori […]

Continue Reading
inquinamento

Procedure semplificate per bonifica siti contaminati

Procedure semplificate per bonifica siti contaminati e messa in sicurezza di cui all’art. 13 del Decreto Legge 91 del 24.06.14 si aggiungono, con l’art. 242 bis, a quanto previsto dall’art. 242 del Decreto Legislativo 152 del 3.04.2006 e s.m.i., come esposto nei 6 commi dell’art. 13. L’operatore interessato a effettuare, a proprie spese, interventi di bonifica del suolo […]

Continue Reading
Palazzo Grassi

SmartStripping GreenRemediation a Palazzo Grassi Bologna

SmartStripping GreenRemediation è una tecnica per la bonifica del sottosuolo priva di emissioni in atmosfera, consumi di risorse naturali e spreco di acque sotterranee scaricate in fognatura: progetto di sperimentazione co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Eco-Innovation. Al Workshop del 20.05.2014 a Palazzo Grassi di Bologna sono stati presentati gli esiti delle sperimentazioni eseguite in Italia da Ecosurvey, […]

Continue Reading
3 escavatori

DL 145 del 23.12.2013, bonifica terreni inquinati SIN

Destinazione Italia: favorita la bonifica terreni inquinati nei siti di interesse nazionale SIN L’art. 4 del DL 145/2013 favorisce la bonifica di terreni inquinati nei Siti di Interesse Nazionale mediante un accordo tra i Ministeri dell’Ambiente ed Economia. E’ auspicabile che accordi analoghi possano essere predisposti anche per gli interventi di bonifica che gravano sulle pubbliche […]

Continue Reading
logo tar

MISE annullata dal TAR

Nel 2011 una società che opera nel campo delle resine e vernici industriali riceve il provvedimento che include “l’attivazione entro e non oltre 10 giorni dalla data di ricevimento della presente nota di idonee misure di messa in sicurezza attraverso l’emungimento delle acque di falda e il successivo trattamento/smaltimento, al fine di impedire la diffusione […]

Continue Reading
logo inail

INAIL Rischio biologico nelle attività di bonifica

Monografia INAIL Rischio biologico nelle attività di bonifica durante le diverse fasi operative. Il problema dell’inquinamento dei suoli e delle falde acquifere da parte dei contaminanti organici di svariata natura chimica (idrocarburi, sostanze organo-alogenate, fitofarmaci, derivati dell’anilina, naftoli, pesticidi, etc.) è particolarmente rilevante in numerose zone dell’Italia e molto spesso è aggravato dalla elevata persistenza e […]

Continue Reading