Materiali di riporto non soggetti alla disciplina dei rifiuti

Materiali di riporto non soggetti alla disciplina dei rifiuti

Materiali di riporto non soggetti alla disciplina dei rifiuti se conformi ai limiti dei test di cessione

Materiali di riporto non soggetti alla disciplina dei rifiuti, se sono conformi ai limiti dell’Allegato 3 DM 5.02.1998 test di cessione. Altrimenti devono essere verificati in relazione alla destinazione urbanistica dell’area in esame: limiti dell’Allegato 5, Parte IV, D.Lgs. 152/2006.

I materiali di riporto non conformi ai limiti del test di cessione sono fonti di contaminazione e devono essere gestiti secondo una delle seguenti alternative:

  • rimozione e successivo conferimento;
  • resi conformi ai limiti del test di cessione mediante operazioni di trattamento che rimuovano i contaminanti;
  • essere sottoposti ad interventi di messa in sicurezza permanente utilizzando le migliori tecniche disponibili e a costi sostenibili che consentano l’utilizzo del sito senza rischi per la salute e per l’ambiente.
ECOSURVEY® esamina i materiali di riporto e suggerisce le migliori opzioni di gestione.


[recaptcha]

Sotto una interessante sentenza del TAR Lombardia del 29.08.2016.

Download (160829_TAR-Lombardia-Rifiuti-Materiali-di-riporto-min.pdf, Sconosciuto)

Articoli correlati

, ,

× Posso aiutarti?