DM31_2001-vs-ISS-INAIL

Acqua legalmente potabile avvelena?

Acqua legalmente potabile avvelena? Per Arsenico, Cianuri, Tetracloroetilene, dannosi per l’uomo, perché sono legalmente previsti limiti tanto elevati?

 Quali sono i limiti per l’acqua potabile previsti dal Decreto 31/2001 per questi parametri?

I limiti definiti nel Decreto 31/2001 [Attuazione della direttiva 98/83/CE relativa alla qualità] sono:

Per i tre parametri sopra indicati, le acque destinate al consumo umano sono definite “potabili” se la concentrazione non supera i limiti sopra esposti: l’acqua è contaminata/avvelenata se le concentrazioni superano i limiti e le aziende di distribuzione sono penalmente perseguibili.

Quanti sono i limiti di ingestione per Arsenico, Cianuri, Tetracloroetilene?

I limiti di ingestione ISS-INAIL [Nota prot. 6919 del 04.04.2018-Aggiornamento “Banca dati ISS-INAIL” per l’elaborazione dell’analisi di rischio sanitario e ambientale (D.Lgs. 152/2006)] sono definiti dalle Reference dose [RfD]:

  • Arsenico [RfD ing]: 0,0003 mg/kg/giorno
  • Cianuri [RfD ing]: 0,0006 mg/kg/giorno
  • Tricloroetilene [RfD ing]: 0,0005 mg/kg/giorno
  • Tetracloroetilene [RfD ing]: 0,0006 mg/kg/giorno

Quanta acqua potabile beviamo?

Il consumo d’acqua potabile per alimentazione è indicato dal Ministero della Salute come segue come segue:

  • tra zero e 6 mesi di età: 0,1 L/kg al giorno
  • tra 6 mesi e un anno di età: 0,8-1 L/giorno
  • tra 1 e 3 anni di vita: 1,1-1,3 L/giorno
  • tra i 4 e gli 8 anni di età: 1,6 L/giorno
  • tra i 9 e i 13 anni: 2,1 L/giorno (M) e 1,9 L/giorno (F): media 2 L/giorno
  • >13 anni: 2,5 L/giorno (M) e 2 L/giorno (F): media di 2,25 L/giorno

Acqua legalmente potabile avvelena?

Il rischio di avvelenamento per Arsenico, Cianuri e Tetracloroetilene è calcolato moltiplicando le concentrazioni di acqua legalmente potabile con il consumo medio di acqua indicato dal Ministero della Salute considerando il peso medio per classi di età e comparando gli esiti con le indicazioni della banca dati Banca dati ISS-INAIL dell’Istituto Superiore della Sanità e dell’Istituto Nazionale delle Assicurazioni contro gli Infortuni sul Lavoro.

ARSENICO

Comparazione Arsenico ingerito/mese (con acqua legalmente potabile) vs Arsenico limite/mese ISS-INAIL.

CIANURI

Comparazione Cianuri ingeriti/mese (con acqua legalmente potabile) vs Cianuri limite/mese ISS-INAIL.

PCE/TCE

Comparazione Tetracloroetilene (PCE)/Tricloroetilene (TCE) ingeriti/mese (con acqua legalmente potabile) vs PCE/TCE limite/mese ISS-INAIL.

Considerato che:

  • Con il DM 31/2001 lo Stato italiano (ed altri paesi Europei) consente l’erogazione di acqua legalmente potabile con limiti tanto elevati per le 3 sostanze sopra esaminate.
  • I tecnici dell’ISS e dell’INAIL indicano rischi per la salute umana per le 3 sostanze sopra esaminate.
  • E’ anomalo che legislazione ed Istituti dello Stato impongano limiti di riferimento tra loro contrastanti.

SARA’ OPPORTUNA UNA REVISIONE DEI LIMITI AUTORIZZATI DAL DECRETO 31/2001 E/O DEI LIMITI SANITARI ISS-INAIL?

DM31_2001-vs-ISS-INAIL

Al SANA 2018 con Ecosurvey® la verifica di qualità delle acque.

Sana-fiera-2018-Bologna

NON SONO UN BOT

 

Acqua legalmente potabile avvelena?
4.9 (98.57%) 14 votes

,