Valori-di-fondo-per-i-suoli-ed-acque-sotterranee

Valori di fondo per i suoli ed acque sotterranee

Sono state pubblicate da ISPRA le Linee Guida per i Valori di fondo per i suoli ed acque sotterranee: sono i criteri di acquisizione, elaborazione e gestione dei dati finalizzati alla determinazione dei valori di fondo per suoli ed acque sotterranee come indicati dalle seguenti norme,

  1. inquinamento diffuso (parte IV, titolo V del D.lgs. 152/06 e s.m.i.)
  2. siti contaminati (parte IV, titolo V del D.lgs. 152/06 e s.m.i.)
  3. definizione dei valori soglia dei corpi idrici sotterranei (parte III del D.lgs. 152/06 e s.m.i. e DM 6.07.2016)
  4. terre e rocce da scavo (DPR 13.06.2017, n. 120).

La concentrazione di un potenziale contaminante rilevata in campo può essere causata da quattro componenti non tutte necessariamente presenti nel campione, possono derivare da sorgenti: a) naturali, b) antropiche diffuse, c) antropiche puntuali in sito d) antropiche puntuali extra sito. La determinazione di Valori di Fondo Naturale (VFN) e Valori di Fondo Antropico (VFA), può concorrere, insieme allo sviluppo del Modello Concettuale (MC), ad individuare alcune di queste componenti.

Valori di fondo per i suoli ed acque sotterranee VFN e VFA

Le Linee Guida comprendono 3 allegati:

  • Allegato A – “Caratterizzazione delle matrici ambientali finalizzata alla determinazione dei valori di fondo” ;
  • Allegato B – “Approfondimenti di statistica”
  • Allegato C – “Casi di studio”

Download (delibere-14_LLGG-valori-di-fondo.pdf, Sconosciuto)

, , , , ,