European Statistical System

CO2 emissioni da combustibili fossili

Eurostat stima che nel 2014 le emissioni di CO2 derivanti dalla combustione dei combustibili fossili diminuite del 5,0% nell’Unione europea (UE) rispetto all’anno precedente.

Le emissioni di CO2 derivanti dalla combustione dei combustibili fossili rappresentano il principale contributore al riscaldamento globale e rappresentano tutte le emissioni di gas a effetto serra dell’UE. Esse sono influenzate da fattori quali le condizioni climatiche, la crescita economica, la dimensione della popolazione, i trasporti e le attività industriali2. Le varie iniziative UE per l’efficienza energetica mirano a ridurre le emissioni di CO2 e di altri gas a effetto serra. Va inoltre rilevato che le importazioni e le esportazioni di prodotti energetici hanno un impatto sulle emissioni di CO2 nel paese in cui i combustibili fossili sono bruciati: ad esempio se il carbone è importato, questo comporta un aumento delle emissioni, mentre se l’elettricità è importata non ha alcun effetto diretto sulle emissioni nel paese importatore, poiché queste sarebbero state riportate nel paese esportatore dove è prodotto. Queste le informazioni sulle prime stime delle emissioni di CO2 derivanti dall’utilizzo dell’energia per il 2014 da Eurostat, l’Ufficio statistico dell’Unione europea.

CO2 emissions from fossil fuel combustion CO2 emissioni da combustibili fossili

Italia: CO2 emissioni da combustibili fossili

Il rapporto compara gli anni 2013-2014 per tutti gli Stati membri, sotto i dati che riguardano l’Italia:

  • 2013: 353.643.000 ton CO2
  • 2014: 329.171.000 ton CO2 (stima)
  • rapporto 2014/2013: -24.472 ton CO2
  • % 2014/2013: -6,9%

Download (8-15062015-BP-EN.pdf, Sconosciuto)

CO2 emissioni da combustibili fossili
Rate this post

, , ,