logo rivista chimica ambiente

Qualità aria e ricadute inquinanti al suolo

Qualità aria e ricadute inquinanti al suolo: il contributo di Ecosurvey pubblicato il 30 ottobre 2013 dalla Rivista Chimica e Ambiente in occasione della Fiera Ecomondo 2013 di Rimini su qualità aria e ricadute inquinanti al suolo in emissione da un termovalorizzatore.

Abstract

Finché per i terreni a destinazione agricola saranno utilizzati “conservativamente” (o erroneamente?) i limiti di qualità applicati ai terreni residenziali o verde pubblico, per molti parametri si generano paradossi legislativi, al punto di ricevere dalla Pubblica Amministrazione “autorizzazioni ad inquinare”, che provocano incertezza tra gli operatori: tra coloro che le norme le devono rispettare e coloro che devono controllarne la corretta applicazione. Dal 1999 il legislatore ha evidenziato la necessità di regolamentare la qualità dei terreni agricoli: oltre 15 anni di vuoto legislativo.

Compatibilità dei limiti di emissione in atmosfera

Questo studio ha approfondito l’esame delle ricadute inquinanti al suolo delle emissioni di un termovalorizzatore attraverso l’esame della compatibilità dei limiti di emissione in atmosfera (D.Lgs. 133/05 in attuazione della Direttiva 2000/76/CE) e la qualità dei terreni circostanti a destinazione residenziale-agricola “conservativamente” soggetti ai limiti della Tabella 1A dell’Allegato 5 Parte IV del D.Lgs. 152/2006.

Per alcuni parametri il confronto ragionato tra le concentrazioni massime ammissibili tra le due norme dello Stato potrebbe riservare obiettivamente qualche contraddizione non verificata (fortunatamente) nel caso oggetto di specie esaminato.

Approfondimenti qui.

Ti aspettiamo a Ecomondo 2013

 ecomondo-2013_logo

 

 

Download (ChimicaAmbiente_set-ott_2013.pdf, Sconosciuto)

Qualità aria e ricadute inquinanti al suolo
Was this article helpful?

Altri post di tuo interesse?

,